Durante il conflitto, il SMOM mobilitò 4 treni ospedale composti ciascuno di 11 carrozze di terza classe delle Ferrovie dello Stato – serie C, I, z, 1907-1910 – delle quali una era adibita al trasporto del personale direttivo, una di quello di assistenza e le rimanenti nove per gli infermi. A ciò si aggiungevano due carrozze – serie C, T, a terrazzino – adibite a mensa e a sala di isolamento, e infine una vettura bagagliaio – serie D 1907 – per il deposito dei rifornimenti attrezzi e medicazioni occorrenti al funzionamento del treno.

Inizialmente era previsto il trasporto fino a 206 infermi coricati su due ordini di barelle, poi nel corso del conflitto la capacità aumentò fino a 306 unità su tre ordini. Tra le nove vetture disponibili per gli infermi, una era adibita a sala di medicazione con strumenti chirurgici per eventuali operazioni d’urgenza.

Il personale del treno era composto da un Direttore, Cavaliere dell’Ordine, con il grado di maggiore; un medico capo con il grado di capitano; un medico assistente, tenente o sottotenente; un ufficiale di amministrazione; un cappellano; quattro suore della Carità di San Vincenzo De Paoli; venti militari tra graduati e soldati come personale di assistenza.

Durante il conflitto, i quattro treni effettuarono 641 viaggi, trasportarono 148.016 tra feriti e malati, prestando servizio alle dipendenze delll’Intendenza Generale, della II, III e IV Armata (dove vi erano le già citate Rappresentanze):


1° treno ospedale (n. 164 viaggi)

1 treno SMOM Le Journal 26set1918Il primo viaggio iniziò il 13 giugno 1915 da Roma dove fu attrezzato con destinazione Belluno. Dal giugno 1915 al gennaio 1916 rimase a disposizione della IV Armata poi passò alle dipendenze dell'Intendenza Generale. Dall'agosto 1916 all'ottobre 1917 il 1° treno, al pari degli altrei tre, fu messo a disposizione della III Armata

Durante il ripiegamento delle truppe italiane nell'autunno 1917, il 1° treno ospedale si trovava a Mestre il 28 ottobre 1917. La destinazione del viaggio era S.Giorgio di Nogaro ma non potà proseguire oltre Palazzolo dello Stella dove caricò 750 infermi, raccolti nei vari ospedali in marcia oltre a 12 suore dell'ospedale di Visco e anche donne e bambini.

Il 2 giugno 1918 fu confermato alla III Armata, mentre a settembre fu messo a disposizione della base italiana a Lione, facendo il primo viaggio in Francia. Il 24 dello stesso mese fece sosta in una stazione nei dintorni di Parigi, fatto ripreso anche dai principali quotidiani editi nella "Ville Lumiere".

Dal 24 gennaio all'8 febbraio 1919 trasportò 230 infermi a Torino e fede un ultimo viaggio in Francia fino a raggiungere Bruxelles e Liegi. Il 31 marzo 1919 effettuò un ultimo carico di prigionieri austriaci malati trasportati da Genova a Siena, quindi il rientro a Roma per essere "disattrezzato".

Il direttore del treno era il capitano Ferretti, il medico capo Gasparro, con sottordine i sottotenenti medici Calabria e Palescandolo. Il cappellano militare era Don Busetti.

 

1 treno SMOM Petit Parisien 26set1918

 

  

2° treno ospedale (n. 163 viaggi)

Il primo viaggio iniziò l'11 giugno 1915 da Roma dove fu attrezzato con destinazione Belluno. Il 5 novembre 1917, nonostante il ripiegamento delle truppe, il 2° treno si inoltrò fino a S.Donà di Piave, già sgomberata, per recuperare una cinquantina di feriti, malati e borghesi, salvati così dalla morte o prigionia.

Il 21 settembre 1918 fece il suo primo viaggio in Francia a disposizione della base italiana. Il 5 marzo 1919 terminanto il servizio, rientrò a Roma per essere "disattrezzato".

 

3° treno ospedale (n. 158 viaggi)

Il primo viaggio iniziò il 31 maggio 1915 da Milano dove fu attrezzato con destinazione Belluno. Il 28 ottobre 1917 il treno si trovava a Cervignano dove, sotto il tiro dell'artiglieria nemica, riuscì a caricare 400 infermi da trasportare a Mantova.

Il 15 novembre 1917 fu messo a disposizione del Corpo di spedizione francese in Italia per trasporto infermi francesi dagli ospedali di Vicenza e Brescia a quello di Milano.

Dal 13 Giugno al 9 settembre 1918, il 3° treno fu inviato in Francia per trasporto infermi italiani. In agosto trasportò feriti francesi, americani e inglesi da Connantre a Lione. Nel settembre 1918 il treno lasciò la Francia e ritornò in Italia dove il successivo 26 dicembre fu disattrezzato.

 

4° treno ospedale (n. 156 viaggi)

Il primo viaggio iniziò il 14 giugno 1915 da Roma dove fu attrezzato con destinazione Belluno. Nel febbraio 1916, in sosta ad Alessandria, si sviluppò tra il personale una meningite celebro-spinale, richiedendo il ricovero di molti militi in casa contumaciale e la conseguente disinfezione del treno.

Il 28 ottobre 1917, il 4° treno ospedale era diretto a Palmanova che non raggiunse a causa dei noti eventi bellici e si fermò a Portogruaro, dove caricò 63 soldati inglesi e 210 feriti provenienti da vari ospedali oltre il Tagliamento.

Il 27 ottobre 1918 effettuò un viaggio da Mestre a Bordighera per incarico dell'Esercito britannico. Giunto l'armistizio, il 25 novembre il treno giunse a Trento per il trasporto di 309 feriti verso gli ospedali milanesi.